Sede
Sede
Info e ordini
Segnalazioni
Amministrazione
Personalizzazioni
tel/fax +39 02.29.51.48.95 Via Paolo Frisi, 10 - 20129 Milano (MI) (siamo fuori dall'area C - Prima, Ecopass)
info@piacentinicancelleria.it - ordini@piacentinicancelleria.it
segnalazioni@piacentinicancelleria.it - per segnalare problemi con il trasporto e le consegne, problemi con il servizio clienti.
amministrazione@piacentinicancelleria.it - richieste amministrative.
promozionale@piacentinicancelleria.it t - articoli promozionali personalizzati, regali aziendali.

Ecco il terzo turno a Parigi. Quasi fuori Alcarezza. Gaston emoziona al primo turno. Musetti cede dopo 2 set stellari. Nadal e Djokovic sul velluto. Tsitsipas fisicamente pronto per la scalata. Sinner la sfanga monotematicamente!

A Parigi siamo al giro di boa del terzo turno. Nella parte alta il pronostico mio era questo (3 errori su 16: Cuevas, Davidovich e Fritz) 81,25% di indovinate:

[1]N. Djokovic vs [31] J. Brooksby (P. Cuevas)
[18] G. Dimitrov vs [15] D. Schwartzman
[9] F. Auger Aliassime vs [17] R. Opelka (F. Krajinovic)
F. Fognini o [26] B. Van De Zandschulp vs [5] R. Nadal
[3] A. Zverev vs [26] A. Davidovich Fokina
[23] J. Isner vs [13] F. Taylor
[10] C. Norrie vs [21] K. Khachanov o (D. Thiem)
[27] S. Korda vs [6] C. Alcaraz

Al Posto di Cuevas è arrivato Bedene.
Al posto di Davidovich è arrivato Nakashima B (non lo conosco benissimo, ma sembra in palla).
Al Posto di Fritz è arrivato Zapata Miralles.
Ci può stare. Non le considero sorprese. Forse l’unica è Davidovich, ma ci sta.
I primi turni a Parigi (3 su 5) sono di assestamento e non è così immediato entrare col timing giusto. Hanno rischiato anche alcuni nei primi 10, che hanno dovuto rifugiarsi al quinto set annullando anche dei match point. Vedi Zverev e Alcaraz. Tsitsipas era sotto 2 set. E oggi con Kolar express ha rischiato il quinto.

Andiamo a vedere cosa può succedere in questo terzo turno.

Djokovic vs Bedene: il serbo molto sicuro di sé – insieme a Nadal – è quello che ha rischiato meno. Gli avversari dei due erano abbastanza agevoli, ma qui a Parigi li vedo molto concentrati e pronti. Sia Nadal che Djokovic prendono sul serio qualsiasi giocatore. Difficili le sorprese a questo livello di tabellone.
Bedene è un bel giocatore. Anche lui ha due fondamentali solidi e una buona visione del campo e delle geometrie. Somiglia al ragazzo della porta accanto che studia a Stanford e ti porta la torta di mele fatta dalla mamma.
Djokovic 85% Bedene 15%. Solo un piccolo meteorite nella metà campo di Djokovic può invertire il pronostico. Ma proprio perché Djokovic e Nadal non sottovalutano nessuno sin dai primi turni. E Bedene non va assolutamente sottovalutato.

Dimitrov vs Schwartzman: qui il discorso è un po’ diverso. Dimitrov lo vedo appena favorito, ma è sempre incognita. Dieghino, a Madrid in altura, ha perso netto con Dimitrov. Qui le condizioni sono diverse. 3 su 5, il campo e la terra diversi, è altra storia.
Dimitrov al 51% e Schwartzman al 49%. Ma è partita alla pari. Può succedere di tutto.

Auger Aliassime vs F. Krajinovic . Partita incerta, visto le incertezze dei due in generale. La terra favorisce F. Krajinovic. Se Auger non si dà una scrollata e non si sveglia – pare dormire a tratti –, può andare sotto.
Gli do un 50,5% contro un 49,5% per Krajinovic. Non scontato per nulla. Ora si fa sul serio.

B. Van De Zandschulp vs R. Nadal: l’arrotino spagnolo è sempre sul pezzo. Non sbaglia un colpo. La dinamica dell’infortunio è usata un po’ a fini anche tattici. E’ fortissimo a creare dinamiche particolari. Solido Van De Zandschulp e abbastanza sicuro di quello che sa fare. A meno di recidive al piede di Nadal, l’olandese è proprio della sua misura. Cucito della taglia di Nadal. Potrà creare qualche grattacapo a tratti. Serve bene, se in giornata non regala molto. Ma sulla palla sporca di Nadal, il suo tennis pulito può andare in tilt.
E’ partita da 80% Nadal e 20% Van De Zandschulp.

Zverev vs Nakashima: Zverev, questo Zverev, è completamento fuori fase. Rischiare al quinto (un match point a sfavore) con Báez è abbastanza insolito. Anche perché non ha il margine per fare esperimenti Zverev. Non li fa di default, ma qui proprio non ci siamo. Nakashima può dire la sua, se Zverev non si sveglia sin dai primi punti.
Zverev 65% Nakashima 35%.

Isner J. vs Zapata Miralles: partita non scontata qui a Parigi. Vincerà John ‘Candila’, ma non con agio. Zapata è il classico giocatore spagnolo di seconda fascia, che però regala poco. Li hanno provati in tanti gli spagnoli qui a Parigi.Sono giocatori da battere e se la partita si allunga e riesce a rispondere qualcosa in più del dovuto, potrebbe impensierire il gigante americano.
Isner 70% Zapata Miralles 30%.

C. Norrie vs K. Khachanov. Difficile per il russo. Norrie non regala e sembra abbastanza centrato. Anche se, la partita non è proprio facile. Non saranno set veloci. Può andare lunga. Vedo Norrie di poco favorito.
C. Norrie 55% Khachanov 45%

S. Korda vs C. Alcaraz: Alcaraz, lo si era scritto nell’articolo precedente, deve prendere confidenza col 3 su 5. E’ un novìzio quì. Contro l’esperto Ramos ha rischiato parecchio (quando si arriva a dover annullare dei match point, c’è anche un po’ di fortuna. Poi è stato sotto 3 a 0 nel quinto). Ha grosse capacità di prendere le cose così come sono. Ha senso di realtà e riesce a resettare e ripartire anche in una giornata storta. E’ diverso da altri, ha doti da campione. Lo spagnolo è partito molto forte, ma il clan potrebbe avergli messo nella testa di controllare giocatori come Ramos. Quindi partire velocissimo e prendere magari 1 set di vantaggio (il primo set è la prova di questo) per poi controllare. Se però si abbassa la velocità di crociera, la vecchia volpe Ramos può riappropriarsi delle sue variazioni e portare la partita a un ritmo che a lui piace. Slice, roveschi stretti, tagli improvvisi, stracci bagnati, discese a rete, rovesci lungolinea profondi portano la partita fuori dai binari che piacciono ad Alcarezza.
Se poi ci mettiamo qualche baracconata sua e qualche dichiarazione dove mettono le mani avanti, anticipando già dei piazzamenti e dei risultati prestigiosi per l’età, senza poi avere la giusta esperienza, questo crea pressione. Non facile gestire la pressione dei predestinati a qualcosa di grande. La partita di ieri poteva sfuggire di mano; sul campo una tinta panica, verso una certa ora, il colore del cielo pareva quello di un tramonto di ‘Io sono Leggenda’. La pressione c’era eccome. Lo si è visto dal secondo set in poi. Ramos ha buttato occasione della vita. Diciamo che Alcarezza, attacca all’avversario una sindrome per cui fa già paura la sola presenza, ma ieri i problemi li ha avuti lui per gran parte del match. Proprio per la pressione di dover avallare dichiarazioni fuori quadro e per il fatto di essere uno dei tanti favoriti. A 19 anni reggere questo, può portare grosse tensioni durante i match. Da segnalare 2 recuperi che hanno a che vedere con la bilocazione tridimensionale transumana. Nemmeno Nadal è in grado di fare delle robe così.
Korda gioca bene. Non ha il talento del padre, ma potrebbe dargli qualche problema. Nell’ultimo diretto su terra lo ha già battuto. Il fisico e la presenza scenica sono dalla parte di Alcarezza. Ma ‘la Korda’ è pronta e ha tennis e mezzi per poterlo impensierire: quando serve e con alcune buone doti di anticipo.
Se Alcaraz, ha qualche problema di pressione o qualche tarlo nella testa, può anche andare a casa. 3 su 5 lo abbiamo detto più volte, è altra questione. Deve far valere la sua spinta a testa sgombra. Vincere qualcosa di importante come Parigi a 19 anni (oggi, si parla di tempi odierni) è impresa titanica. Va controllato match dopo match.
55% Alcaraz 45% Korda.

In definitiva le 3 partite dove è più facile salti il pronostico sono quella di Dimitrov, Krajinovic e Alcaraz

Questo era il pronostico della parte bassa (indovinate 12 su 16 – 75 % Sballati :Shapovalov, Evans, Basilashvili e Carreno Busta – indovinate 25 sul totale delle 32 – 78% indovinate sul totale):

[8] C. Ruud vs [32] L. Sonego
D. Goffin o ([24] F. Tiafoe) vs [12] H. Hurkacz
[14] D. Shapovalov vs [19] De Minaur o (Gaston H.)
[29] D. Evans vs [4] S. Tsitsipas
[7] A. Rublev vs Garin o [30] T. Paul
[22] N. Basilashvili vs [11] J. Sinner
[16] P. Carreno Busta vs [20] M. Cilic
[28] M. Kecmanovic vs [2] D. Medvedev

Al posto di Carreno è arrivato Simon. Sorpresa. Ma Carreno nel quinto ha subito il tifo contro. Non ha avuto scelta, se non quella di soccombere.
Al posto di Shapovalov arriva Rune. Qui non è molto sorprendente, si era detto che Shapovalov è un po’ inutile alle volte.

Al posto di Bashilasvili c’è McDonald . Discreta sorpresa.

Al Posto di Evans ci va Ymer. E’ discreta sorpresa.

Sonego vs Ruud: Sonego in lieve ripresa oggi un 3 a 0 a Sousa che stava giocando bene. Sonego è ben piantato coi piedi a terra. Ha la tigna giusta per poter stare nel match e provare a far qualcosa. A tratti metterà in difficoltà il norvegese che pare molto solido atleticamente. Oggi, per tirare a casa le partite 3 su 5 la mobilità è l’atletismo sono fondamentali. Ruud al 55% e Sonego al 45%.

Goffin vs Hurkacz: il belga qualche settimana fa lo ha battuto in 2 tie-break in quel di Roma. Il primo molto tirato. Hurkacz sembra avere qualcosa in più dal punto di vista della tenuta atletica. Non predilige la terra, ma è migliorato nel pazientare. Se vi ricordate era un pesce fuor d’acqua sul terriccio. Ora costruisce qualcosa e manovra meglio. Varia bene col servizio e a tratti è letale.
Con Goffin è una partita alla pari.
Lievemente favorito il polacco. 52% Hurkacz vs 48% Goffin.

Rune vs Gaston: Rune il giustiziere di Shapovalov è giunto al terzo turno. Altro che fa della supponenza la sua cifra stilistica, Rune, però, è tosto. Regolare con qualche piccola problematica. Non l’ho mai considerato tra i giocatori di prima fascia, ma la solidità c’è. Il mio tifo qui andrà di certo al piccolo genio Hugo Gaston.
Il tie-break dell’ultimo set contro De Minaur, uno dei fotogrammi più emozionanti di questo Roland Garros; da tenere vivo nella mente. Capolavoro di tecnica sopraffina. Da incrampato è riuscito a smorzare, tirare sulle righe, servire da sotto e zimbellare De Minaur. Anche la luce sul campo aveva una tinta panica, una sorta di Armageddon micidiale sto ‘taibro’ del quinto. Li tutto riusciva al piccolo francese. “Touched by the hand of God” New ‘world’ Order 😊. I francesi produrranno il poster dell’ultima smorzata al tie finale. Gaston regna di belva. E’ troppo sperare che Rune venga zimbellato. Ma può succedere. A Parigi, erano altri tempi, ma con l’aiuto di divinità ultraterrene, preghiere e altro, ha vinto uno come Chang (1,70cm). Contro dei Lendl e degli Edberg. Chiaro non si possano confrontare i due tornei, ma spero in un miracolo per il piccolo francesino. Qui si vive per stampare in bianco nero su di un cielo patinato. Perché le nuvole cadano come panna fiocco e la pace torni a regnare.
Il pronostico qui è 50,5 % Rune vs 49,5% Gaston.

Tsitsipas vs Ymer: il greco che ha dato a Musetti la stessa lezione che Nolevic diede a lui in finale da 2 set sopra, è una macchina da guerra. Questa sera contro Kolar Express (scuola ceca, buono davvero) un personaggio che avrebbe potuto guidare il treno del famoso cartone animato Polar Express, ha dato dimostrazione di che cosa sia un campione. Davvero fenomenale. Ma l’esperienza conta. Atleta fenomenale, il greco. Se il padre e la madre non litigano in tribuna e se non succede qualcosa di inaspettato, Tsitsipas piallerà Ymer. Agile. In seguito dovrà liberarsi di qualche tossina accumulata. Ha già giocato parecchio il greco per soli 2 turni.
Tsitsipas 80% vs Ymer 20 %

McDonald vs Sinner: tabellone della vita qui per Sinner. Se sta calmo contro McDonald (già battuto nella finale tirata di Washington 2021) può farcela. McDonald è un buon giocatore, ma Sinner deve ambire a qualcosa di più qui. Qui e ora. Con McDonald deve far valere le sue maggiori doti di anticipo e lasciare andare il braccio. E’ più forte. Consiglio veloce: variare sul servizio e cercare gli angoli stretti laterali. Per poi aprire il campo.
Sinner 60% vs McDonald 40%

Rublev vs Garin: Rublev tira forte e Garin contiene. Ha uno sguardo da post default Sudamericano, Garin. Partita che faccio fatica a guardare. Vivono tutti e due in un dominio emotivo, ma Rublev ha qualcosa in più da spendere. Pare favorito, ma i pronostici qui, anche quelli dei primi turni, sono difficilissimi.
Dico Rublev 70% vs Garin 30%

Cilic vs Simon: a volte ritornano. Cilic è pericoloso quando c’è ed è convinto. Quando è centrato pesta come un fabbro. Simon, invece, è particolarmente intelligente. Uno dei più intelligenti sul circuito. Il fattore Francia lo ha galvanizzato e potrebbe tenere testa a Cilic. I francesi, sono pericolosi su questi campi. Partita che sa di revival. 6 a 1 i precedenti – datati – a favore di Simon. Tutti su veloce gli ultimi. 37 gli anni per Simon. Dico Cilic.
Anche qui tirata. 55% Cilic vs 45% Simon.

M. Kecmanovic vs D. Medvedev : Mio- Miao Kec-man sugli scudi. E’ difficile decifrare questo match. Medvedev, va a intermittenza. Indecifrabile il russo. Si sa che Mio-Miao si è evoluto. La Nalba ha fatto un gran lavoro. Gli ha spiegato il perché! Lo ha svezzato, come si svezzano i gattini. Lo ha reso più solido. Ora può volare Kec-man. C’è partita quì e che bella partita.
Se Medvedev ce la mette, però, è lui il favorito. Anche se non predilige il terriccio.
Di poco, lo mettiamo a 52% Medvedev e 48% Kecmanovic. Sorprendenti i miglioramenti fatti dal serbo.

Ricapitolando i possibili ottavi parte alta:
[1]N. Djokovic vs [18] G. Dimitrov
[9] F. Auger Aliassime vs [5] R. Nadal
[3] A. Zverev vs [23] J. Isner
[10] C. Norrie vs [6] C. Alcaraz

Parte bassa:
[8] C. Ruud vs [12] H. Hurkacz
Rune vs [4] S. Tsitsipas
[7] A. Rublev vs [11] J. Sinner
[20] M. Cilic vs [2] D. Medvedev

Attenzione a Dieghino, Korda, Goffin, Kraijnovic e Kec-man.

Buon tennis a tutti!

Piacentini G.

Postato il 26-5-22 alle ore 22,23

Ultime notizie

Semifinali a NYC. Finale che si preannuncia “dimezzata”. Dopo gli ottavi, la finale più probabile (per me) era Kyrgios vs Alcaraz. Con Alcaraz vincente e un bel po’ di cinema. Ora, Alcaraz, può vincere qui con 101 giorni di ritardo rispetto a Pietrino Sampras, la leggenda.
08/09/2022
Quarti a NYC. Difficile per i due italiani sedersi in semifinale a questo livello. Ma non impossibile. Kyrgios, ora, pare il primo favorito per la vittoria finale (?). Dentro questo caos, in questo nuovo assetto, difficile capire cosa succederà. Si sa solo che avremo un nuovo vincitore nell’albo d’oro. Bene così.
06/09/2022
Ottavi a NYC: Berrettini (?) e Sinner occasione unica per arrivare ai quarti. Alcaraz buono, ma con qualche falla. Nadal sempre sul pezzo.
04/09/2022
Terzo turno a NYC. Sinner e Berrettini possono farcela. Più dura per Musetti che però non è chiuso. Medvedev e Nadal sul vellutino.
02/09/2022
Buone ferie a tutti!!
06/08/2022

Archivio